Collezione Physis

Siamo in primavera inoltrata, dopo tanta attesa si sono schiusi i boccioli del progetto che coltivavamo da tempo come il più prezioso dei tesori.
Physis è molto di più di una collezione di gioielli, è un sogno che si realizza a cui stentiamo a credere.
Dobbiamo ancora metabolizzare, la mente è confusa e siamo pervasi da un susseguirsi di emozioni. Passiamo dall’euforia ad attacchi d’ansia dove ci sembra di non aver fatto abbastanza. Siamo certi però che riuscirete a cogliere la potenza e l’energia positiva che Physis emana.
Si tratta di un progetto immenso che crediamo possa innescare una moltitudine di cambiamenti:

Una nuova identità per Sepi, riconducibile soltanto a noi.
Da tempo sentivamo la necessità di spingerci oltre la nostra comfort zone, di metterci in gioco più di quanto non avessimo già fatto aprendo partita iva due anni fa. I gioielli realizzati fin ora sono parte di noi ma iniziavano a starci un po’ stretti, online abbiamo iniziato a scorgere brutte copie dei sepini e ci siamo detti che era giunto il momento di puntare in alto e fare davvero la differenza.

Collaborazioni (di un certo spessore).
I nuovi sepini sono sculture in miniatura. Sono scenografici e si prestano a meraviglia per servizi fotografici e sfilate. Vorremmo collaborare con artisti sensibili affini alla nostra personalità. Chissà!

Partecipazione a eventi di settore.
La cosa che ci manca in assoluto nel nostro lavoro è conoscervi di persona.
La tecnica della fusione a cera persa ci permetterà di velocizzare la produzione e di poter così frequentare eventi a cui non potevamo partecipare lavorando soltanto lastra e filo. Potremo finalmente conoscere tantissimi di voi!

Come è nata l’idea.

L’ispirazione è arrivata in una giornata torrida di agosto e si è consolidata all’istante, i primi pezzi della linea si sono materializzati nella nostra mente senza tante elucubrazioni. La scelta del tema era già dentro di noi, entrambi nutriamo un amore incondizionato  per la natura. Ci siamo lasciati trasportare dalle storie che sa raccontare.

Mettere in pratica le idee è stato decisamente più complicato.
L’ostacolo più grande è stato l’approccio con la cera, una tecnica a noi sconosciuta che ci ha dato non pochi problemi.
Per questo motivo abbiamo deciso di coinvolgere una scultrice che ha sopperito alle nostre lacune, si è venuta a creare una collaborazione a sei mani che ha portato alla luce un progetto incredibile.

La collezione nel dettaglio.

Questa collezione vuole tornare all’essenza, celebrando la forza della natura.
Ogni soggetto racconta una storia, abbiamo cercato di riprodurlo fedelmente mantenendo (ove possibile) proporzioni e dettagli. Si ha come la sensazione che la materia organica si fonda con il metallo dando vita a qualcosa di eterno. I nostri fiori non si deterioreranno mai.
La dedichiamo a chi ha la sensibilità per cogliere e apprezzare la bellezza che ci circonda. A chi sa ancora emozionarsi difronte alla natura.

Visti i costi elevati di progettazione e produzione siamo stati costretti a fare una selezione delle piante che avremmo voluto realizzare per prime. E credeteci se vi diciamo che non è stato affatto semplice.

Lavandanon ti scordar di mefiori di ciliegiofoglioline di alloro sono le protagoniste indiscusse, piante arbustive spontanee scelte non per la loro bellezza ma per il loro significato intrinseco.

Nuove scatoline ecosostenibili.

Una linea così importante non poteva che avere un packaging adeguato, in questo caso eco sostenibile e di riciclo.
In Maremma ci sono spiagge che restituiscono piccole meraviglie: tronchi sbiancati dal mare.


Qualche mese fa, durante una delle nostre escursioni, ci è venuta l’idea di raccoglierne alcuni da cui ricavare delle scatoline. Il risultato è strabiliante e ce ne siamo innamorati all’istante. Come se non bastasse si sposano alla perfezione con i nostri gioielli e con il leitmotiv di Physis.
Chiunque acquisterà un gioiello della collezione lo riceverà dentro a un astuccio ricavato da un tronco di legno. Non è bellissimo?!

Siamo felici e orgogliosi del traguardo raggiunto come mai prima d’ora.
Ci auguriamo che vi piaccia almeno la metà di quanto piace a noi.

Ora tocca a te!
Facci sapere che cosa ne pensi e raccontaci le sensazioni che Physis ti trasmette.

Con affetto,
Piero e Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *